fb

(Segue versione italiana. Traslated in english by Google: excuse for errors and typos)

After the grand Flop of the recent stock market many are wondering on the actual value of the company and its future. They merely because valuazioni economic and financial cash flows and current earnings do not justify why his initial market price ($ 42) nor the present value of the stock market (-30% to the current date of June 2012). But we know that these companies are more valued perspective for their actual present status.

To assess the future is usually given the growth had already assuming a linear model of evolution. Facebook had reached nearly a billion users in just a few years is therefore a guarantee almost infinite growth to the saturation of all users. But, indeed it is not. And now we tell you why.

Much still depends on the management and the ability to capture the same considerations outlined below.

People are not equal, indeed. For a cultural phenomenon or may decide to take on all fashion, more or less the same behavior or dress, but then, once past the novelty factor fashion and new fashion or jump on to show that they are aligned at the time, or returning to patterns and contexts that give you more satisfaction and pleasure.

Facebook for us, at least as it is conceived today, does not satisfy everyone.

Indeed.

At least 25% of the subjects except the 35% of them in an objective and presents the Anglo-Saxon potential elements of an allergy to it. In addition a further 25% of subjects has an added value will decrease over time!

These two factors indicate that about 50% of people in the social network is at risk or outgoing exchange platform in the medium to long term!

But as we have already said this forecast depends very much on the management of Facebook and the publication of that same post that can be retrieved and disseminated by third moves the perspective of an evolutionary change of the SN is not more famous for losing such a large part of its capital Social.

But let  see why there is such a risk.

As we already said, people are not all equal. According to a book that presents an organic whole taxonomy, in general we can identify at least 4 general types associated with four colors. For this analysis we will focus on people of color red and green. Of course everyone has all four colors in different percentages, but allow this analysis to simplify the picture dramatically.

People of color red are typically people who have a strong focus on the present and the context surrounding them that are dangerous and therefore to be feared or to be won to hear its own uniqueness and specialty. They can be very courageous and engaged in sports more risky or cautious and paranoid. In Anglo-Saxon world there are more than average because of the nature of the island of Grand Britain that led to a colonial empire founded on a strong power on the seas. The sea, in fact, with its pitfalls mates well with people from a red and on the other hand, the fear they are fascinated by its charge of news, opportunities and the courage it requires. All these people are naturally attracted by the infinity and beyond while from things not defined and shun so often allergic skin and every limit rule and boundary constraint: the marriage laws, the one  for driving the car, and so on  :).

So here’s the thing: red people (some might call them improperly or phobic FOB) do not recognize themselves in having a “proper profile” in Facebook. Fear of identity theft, fearing loss of valuable information to unwanted parties, not in the platform are many ways ambiguous and undefined behavior. In short, if they can come out or we are just to be there but not to live! In addition, the Reds are people of action and not words, and thus shrink in general by all systems of representation that tend to verbalize and disseminate facts and emotions. Obviously, however, can enter the network so outrageous (they love to do) with other names or photos for many different objectives but certainly a company can not base its value over time on those “incorrect” unless, of course, predict the profiles explicitly “fake” or “fake” behind which, perhaps, someone might want to try to figure out who is hiding (the first idea that came ;)). A little ‘as the Joker in the cards.

Now let’s see the other color is the green answer to people who are always times to look at the future or the past. Some might call DEP improperly or depressed but are especially numerous in America. In fact, the basis of their mode of being is almost always a loss, bereavement or a strong emotional separation. Emigration is instill a death and a cut of the affections. These people more than to love technology and Star Trek love to remember the moments passed and it is no coincidence that much of the success of FB is due to the fact that allowed to fall into friendship with former colleagues at the university. With unforeseeable consequences on the present life and concrete. The Greens have made much of the success of FB in addition to yellow, with their endless galleries of photos and video. On the other hand, once found these old friends have lost their appeal to be “old” and became “current” inviting the green to dinner to show what they have done, that can undermine their current way of life and so on.

All these green people tend over time to disamorarsi FB and merged into futuristic new social networks or in more traditional forms of cultivation of their passion for the past: art, historical movies, books, novels, etc. …

So here we have shown that 50% of those currently in the SN is at risk and the increasing number of people who are exiting the network (called a million in USA) is one doorbell very worrying.

For those interested in learning the other colors yellow and blue and the whole question suggest the text accessible via this link.

___ Versione Italiana origianale. Quella precedente è stata tradotta in inglese in automatico da Google: ci scusiamo in anticipo per errori di traduzione —

fbDopo il grand flop della recente quotazione in borsa molti si interrogano sull’effettivo valore della società e sul  suo futuro. Essì perchè le mere valuazioni economiche e finanziarie sui flussi di cassa e sui guadagni attuali non giustificherebbero mai la sua quotazione di mercato iniziale (42 dollari) ne il valore attuale in borsa (-30% alla data attuale di giugno 2012). Ma si sa che queste aziende sono più valutate in prospettiva che per il loro effettivo status presente.

Per valutare la prospettiva futura viene solitamente vista la crescita già avuta ipotizzando un modello lineare di evoluzione. Facebook avendo raggiunto quasi un miliardo di utenti in pochi anni rappresenta dunque una garanzia alla crescita quasi infinita verso la saturazione di tutti gli utenti. Ma, invero non è cosi. E ora vi diciamo perchè.

Molto comunque dipende dal management e dalla capacità dello stesso di cogliere le considerazioni sotto riportate.

Le persone non sono tutte uguali, anzi. Per un fenomeno di costume o di moda possono decidere di assumere tutte, più o meno, lo stesso comportamento o vestito ma poi, una volta passata la moda e il fattore novità o saltano sulla nuova moda per far vedere che sono allineate ai tempi oppure ritornano alle abitudini e ai contesti che gli danno più soddisfazione e piacere.

E per noi Facebook, almeno per come è pensato oggi, non soddisfa tutti.

Anzi.

Almeno il 25% dei soggetti se non il 35% degli stessi in un contesto anglosassone presenta oggettivi e potenziali elementi di allergia allo stesso. Inoltre un ulteriore 25% di soggetti ne ha un valore aggiunto decrescente nel tempo !

Questi due fattori indicano che circa il 50% delle persone nel social network è a rischio uscita o cambio piattaforma nel medio lungo periodo!

Ma come abbiamo già  detto tale previsione dipende molto dal management di Facebook e la pubblicazione stessa di questo post che può esser richiamato e divulgato da terzi si muove nell’ottica di un cambio evolutivo del SN più famoso per non perdere tale grande parte del suo capitale sociale.

Ma a bocce ferme vediamo perchè c’è tale rischio.

Come avevamo già detto le persone non sono tutte uguali. Secondo un libro che presenta organicamente tutta la tassonomia, in generale possiamo identificarne almeno 4 tipologie generali associabili a quattro colori. Per questa analisi ci focalizzeremo sulle persone di colore rosso e quelle di colore verde.Ovviamente ognuno di noi ha tutte e quattro le cromie in percentuale diversa ma permettetemi in questa analisi di semplificare il quadro drasticamente.

Le persone di colore rosso sono tipicamente persone che hanno una forte focalizzazione sul presente e sul contesto che li circonda che trovano pericoloso e dunque da temere oppure da vincere per sentire la propria unicità e specialità. Possono essere molto coraggiosi ed impegnati negli sport più rischiosi oppure molto prudenti e paranoici. Nel mondo anglosassone ve ne sono di più della media in considerazione della natura di isola della Grand Bretagna che ha generato un impero coloniale fondato su una forte potenza sui mari. Il mare, infatti, con le sue insidie ben si accoppia con le persone rosse che da una parte lo temono e dall’altra ne sono affascinate per la sua carica di novità, di opportunità e per il coraggio che richiede. Tutte queste persone sono naturalmente attratte dall’infinità e dall’indefinito mentre sfuggono e rifuggono in modo epidermico e spesso allergico ogni limite, regola e confine costrittivo: dal matrimonio alle leggi per la guida dell’auto :).

Ecco allora il punto: le persone rosse (qualcuno potrebbe chiamarle impropriamente FOB o fobiche) non si riconoscono nell’aver un “profilo corretto” in Facebook. Temono furti di identità, temono perdite preziose di informazioni verso soggetti indesiderati, non trovano nella piattaforma molte modalità per comportamenti ambigui ed indefiniti. In poche parole se possono ne escono o ci stanno giusto per starci ma non certo per viverci! Inoltre i rossi sono persone di azione e non di parole e dunque rifuggono in generale da tutti i sistemi di rappresentazione che tendono a verbalizzare e divulgare fatti ed emozioni. Ovviamente, però, possono entrare nel network in modo trasgressivo (lo amano fare) con altri nomi o foto per gli obiettivi più disparati ma certo una azienda non può basare il suo valore nel tempo sui soggetti “non corretti” a meno, ovviamente, di prevedere dei profili esplicitamente “fake” o “fasulli” dietro ai quali, forse, qualcuno potrebbe desiderare di cercare di capire  chi si cela (prima idea fornita ;)). Un po’ come il Jolly nelle carte.

Adesso vediamo invece l’altro colore che è il verde che risponde alle persone sempre volte a guardare il futuro o il passato. Qualcuno potrebbe chiamarli impropriamente DEP o depressi ma sono moltissimi soprattutto in America. Infatti, alla base del loro modo d’essere c’è quasi sempre una perdita, un lutto o una forte separazione emotiva. Emigrare è infondo un lutto e un tagliare degli affetti. Queste persone oltre ad amare la tecnologia e Star Trek amano ricordare i momenti passati e non è un caso che molto del successo di FB sia dovuto al fatto che permetteva di rientrare in amicizia con i vecchi colleghi di università. Una sorta di Amarcord dalle conseguenze imprevedibili sulla vita presente e concreta. I verdi hanno decretato molto del successo di FB oltre ai gialli con le loro gallerie infinite di foto e di video. D’altra parte, una volta ritrovati i vecchi amici questi hanno perduto la loro attrattiva di “vecchi” e magari hanno assunto la forma più pesante, per i verdi, di “attuali” che li invitano a cena che gli mostrano quello che hanno fatto e e che loro, verdi, non hanno fatto, che gli  possono mettere in crisi il loro attuale modo di vita e cosi via.

Tutte queste persone verdi tendono nel tempo a disamorarsi di FB per confluire in nuovi futuristici social network oppure in più classiche forme di coltivazione della loro passione per il passato: arte, film storici, libri, romanzi, ecc…

Ecco dunque che abbiamo dimostrato come il 50% dei soggetti attualmente nel SN sia a rischio e il numero sempre crescente delle persone che sta uscendo dal network (si parla di milioni in USA) ne è un campanello molto preoccupante.

Per chi è interessato ad approfondire anche gli altri colori giallo e blu e tutta la questione suggeriamo il testo raggiungibile con questo link.

________

Italian version:

Share on LinkedIn
Bookmark this on Delicious
Share on Facebook
Post to Google Buzz
Bookmark this on Yahoo Bookmark
Bookmark this on Livedoor Clip
Share on FriendFeed
Bookmark this on Digg

Comments are closed.

Curriculum vitae
Calendario
June 2020
M T W T F S S
« Jul    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  
Categories