Nella circolare emessa di recente dal CNI viene evidenziata la riserva di attività per gli ingegneri dell’informazione.

A tutela della società civile, di tutti i cittadini, delle imprese e delle organizzazioni e per il sistema paese TUTTO penso sia importante valorizzare le competenze e le intelligenze delle DECINE di migliaia di colleghi del settore impiegati per lo più nelle medie e grandi aziende ma anche liberi professionisti come il sottoscritto con ruoli, incarichi e mansioni di responsabilità propri del loro percorso di studio e di esperienza.

Oggi molti di loro sono inquadrati in contratti metalmeccanici e/o lavarano dopo due o tre livelli di subappalto in attività marginali e di basso profilo con minimo se non talvolta quasi nullo compenso.

A livello politico, di agenzia digitale, di convegni predichiamo bene sull’importanza della competenza, sulla criticità del capitale umano e delle intelligenze in questo settore ICT a forte innovazione ma nei “fatti” basterebbe poco per ridare valore a tutta la catena a partire dalle università e dal loro ruolo nel preparare e formare ingegneri o informatici.

Iniziamo a dire che nei ruoli di responsabilità e critici devono esserci da ambedue le parti professionisti iscritti all’albo cosi come avviene in settori già  vitali quali quello medico.

Qualifichiamo cosi la domanda, l’offerta e ridiamo un impulso alla scelta di attività a valore aggiunto nel mondo digitale in questo paese alla deriva.

 

 

 

 

 

 

Share on LinkedIn
Bookmark this on Delicious
Share on Facebook
Post to Google Buzz
Bookmark this on Yahoo Bookmark
Bookmark this on Livedoor Clip
Share on FriendFeed
Bookmark this on Digg

Comments are closed.

Curriculum vitae
Calendario
March 2020
M T W T F S S
« Jul    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Categories